RSS
Blog
Dietro le quinte del Learning Portal: Dr. Markus Wirtz - Manager dei materiali didattici

Dietro le quinte del Learning Portal: Dr. Markus Wirtz - Manager dei materiali didattici

8 settembre 2021 - di Andrew Oram

Linux Professional Institute (LPI) ha lanciato il Learning Portal nel giugno 2019. Il portale di apprendimento è l'archivio di tutti i materiali didattici per i nostri esami. L'intero progetto è gestito dal Dr. Markus Wirtz, Manager dei materiali didattici presso LPI. L'abbiamo progettato come un'impresa internazionale: imparare è più facile nella tua lingua madre! - quindi avevamo bisogno di un team di autori, editor e traduttori per progettare, scrivere e localizzare il corpo delle lezioni.

Questa serie di interviste è un viaggio per conoscere meglio "the People behind the Portal": gli entusiasti professionisti Linux e Open Source che stanno rendendo possibile l'internazionalizzazione del Portale.

Leggendo la serie di interviste #thepeoplebehindtheportal, conoscerai meglio il lavoro dei collaboratori, le peculiarità della traduzione di materiale didattico IT e le sfide che i collaboratori stessi devono affrontare perché niente diventi "lost in translation", perduto a causa della traduzione. Nonché, sui motivi per cui lavorare sul Portale sia piuttosto interessante e da nerd! 

A proposito: se tutto questo ti sembra interessante e vuoi unirti a noi, saremo felici di ricevere il tuo feedback: scrivici a learning@lpi.org.

Questa è l'intervista a Markus Wirtz. Scopri di più sul Learning Portal e il lavoro di Markus in questa intervista!

L'idea di fare traduzioni per i materiali di studio LPI era pianificata fin dall'inizio, ma quando hai deciso di scrivere materiali didattici? Lo stesso team traduce sia i materiali didattici che gli Esami? Come funziona il flusso di lavoro?

Con i nostri materiali didattici - 'Learning Materials' - su learning.lpi.org, vogliamo rendere la preparazione per gli Esami LPI il più semplice possibile. Oltre al chiaro concetto didattico che funziona sia in classe sia nello studio autonomo, questo include anche l'evitare le barriere linguistiche – e quindi la necessità delle traduzioni nel maggior numero possibile di lingue è fondamentale. Pertanto, abbiamo pubblicato i primi materiali didattici per "Linux Essentials" 2019 in inglese e tedesco allo stesso tempo. Ora ci sono 9 lingue e continuano ad aumentare. Quindi, sì: le traduzioni sono state una parte importante del concetto fin dall'inizio.

In termini di traduzione di Materiali Didattici ed esami, infatti, ci sono requisiti e processi molto diversi. Lo sviluppo e la traduzione del pool di domande per gli esami è di gran lunga il compito più importante nell'area dello sviluppo del prodotto. Ciò che viene creato deve soddisfare gli elevati standard per i quali le certificazioni LPI si distinguono in tutto il mondo da oltre due decenni. Valutazione, standardizzazione, ma anche riservatezza, per esempio, sono aspetti che qui devono essere presi in considerazione in ogni fase del processo. La traduzione dei materiali didattici, invece, è ha meno criticità: qui un errore può essere corretto in pochi minuti – non è così facile con le domande d'esame, che vengono consegnate in tutto il mondo e sono cruciali per i candidati e il risultato del loro esame .

Tuttavia, entrambe le aree sono ovviamente strettamente correlate e quindi entrambe appartengono al dipartimento di Sviluppo di Prodotto di LPI. Per fare un esempio concreto, i termini tecnici dovrebbero essere sempre tradotti allo stesso modo all'interno di una lingua, sia nelle domande d'esame sia nei Materiali Didattici. Traduttori attenti, ma anche software adeguati (parola chiave: memoria di traduzione) ci supportano in questo.

Come vengono coordinate le traduzioni nelle varie aree (Europa, Asia orientale, ecc.)?

LPI è una rete mondiale di esperti di settore – questo vale per il piccolo team di dipendenti, i numerosi Partner, per esempio nel settore della formazione, così come per i tanti volontari. Naturalmente anche i progetti di traduzione ne beneficiano, in quanto qualcuno conosce sempre qualcuno che è qualificato per un compito specifico. Questo è meraviglioso! Ma l'effettivo coordinamento e organizzazione di tutti i materiali didattici viene effettivamente svolto nel dipartimento di Sviluppo Prodotto. Un autore una volta descrisse il nostro compito in modo abbastanza appropriato come "addestrare gatti": dalla ricerca di traduttori ai contratti necessari e alla familiarizzazione con i nostri processi tecnici ben definiti, fino alla presentazione dei nostri collaboratori su learning.lpi.org, tutto passa attraverso di noi. Con attualmente circa 50 progetti su cui stanno lavorando autori, revisori e traduttori, c'è molto da fare in termini di coordinamento e comunicazione.

I traduttori trovano errori nel testo inglese che i revisori tecnici non sono riusciti a trovare? Questo era spesso vero quando lavoravo alla O'Reilly.

Sì, questo succede, ovviamente. Proprio come i numerosi lettori che utilizzano i nostri materiali didattici, anche i traduttori trovano di tanto in tanto degli errori. Ma questo non sorprende, perché i traduttori sono certamente gli operatori di testo che devono trattare ogni singola parola con la massima attenzione. Fortunatamente, raramente si tratta di errori tecnici, ma piuttosto di imprecisioni che possono portare a malintesi.

Oltre ad aiutare le persone ad acquisire competenze e superare gli esami, le traduzioni hanno aiutato la reputazione di LPI e fornito vantaggi meno tangibili?

Poiché questi benefici non sono tangibili, sono anche difficili da descrivere in termini concreti ;). Ma sì, ne sono fermamente convinto! Il fatto che forniamo Materiali Didattici gratuiti come una organizzazione senza scopo di lucro sottolinea la nostra vera preoccupazione: "promuovere l'uso dell'open source supportando le persone che ci lavorano". Puó essere solo una buona cosa. :) Inoltre, i materiali didattici consentono molti nuovi modi di collaborare: per i nostri partner in tutto il mondo, le traduzioni nelle rispettive lingue sono ovviamente benvenute e spesso un incentivo a sostenerci.

I progetti di traduzione sono interessanti anche per i tanti aiutanti che ci sostengono dalla Community: non solo per occuparsi dei contenuti, ma anche come opportunità per fare rete ancora più da vicino con esperti di tutto il mondo o per documentare il proprio impegno.

Siamo felici di offire questa opportunità, quindi chiunque sia interessato a dare una mano è invitato a contattarci, preferibilmente via e-mail all'indirizzo learning@lpi.org.     
 

 

Informazioni su Andrew Oram:

Andrea Oram

Andy è uno scrittore ed editor nel settore IT. I suoi progetti editoriali presso O'Reilly Media vanno da una guida legale sulla proprietà intellettuale a una graphic novel su hacker adolescenti. Andy scrive spesso anche sull'impatto dell'IT in ambito sanitario, su questioni politiche relative a Internet e sulle tendenze che incidono sull'innovazione tecnologica e i suoi effetti sulla società. Pubblicazioni stampate in cui è apparso il suo lavoro includono The Economist, Communications of the ACM, Copyright World, Journal of Information Technology & Politics, Vanguardia Dossier, and Internet Law and Business. Le conferenze cui ha presenziato includono la Open Source Convention di O'Reilly, FISL (Brasile), FOSDEM (Bruxelles), DebConf e LibrePlanet. Andy partecipa all'organizzazione politica della Association for Computing Machinery, USTPC.